crystal needles

Se chi ha letto il mio libro si è domandato come mi sia venuta in mente l’assurda (che poi niente è assurdo in questi casi) vicenda familiare di Martina… bè… sappiate che per certi versi posso affermare che mi sarebbe piaciuto se fosse accaduto realmente.

Invece no.

Secondo me una bambina ha bisogno di considerare il padre un eroe, almeno per un certo periodo di tempo. Forse non è proprio bisogno la parola giusta, diciamo che, se un giorno avessi una figlia, mi piacerebbe che vedesse suo padre come un eroe, almeno per qualche tempo. Così suona più politically correct!

superheroes.jpg

Non sono una persona posata anche se posso dare questa impressione. Sono agitata, cronicamente micro-insoddisfatta (traduco dal chiarese all’italiano = sempre alla ricerca di qualcosa di più, non necessariamente meglio…), , incapace di stare ferma, emozionata da tutto quello che capita a me e intorno a me, incasinata con gli orari ma inspiegabilmente organizzatissima, bisognosa di pochissime ore di sonno, indistruttibile fisicamente grazie ad un sistema nervoso in perenne tensione e molto, molto pretenziosa.

Sono una vera accozzaglia di stili. Per gli amici ho sempre dato anche la pelle, fino a che non l’ho quasi rimessa (metaforicamente, s’intende). Non sono poi cambiata molto, sono sempre disponibile solo che ho un pò perso l’entusiasmo. In compenso ora distinguo benissimo chi mi ama e chi no, sono molto più onesta nei miei confronti e riesco a dare il giusto peso ai sentimenti (come recitavano i tre allegri ragazzi morti in un’allegra canzone di qualche anno fa).

Però continuo ad essere terribilmente infastidita da chi prende e non rende. Mi spiego. E’ molto difficile che parta con diffidenza verso chi non conosco. Diciamo che generalmente parto con tutte le migliori intenzioni, salvo rari casi (le famose antipatie a pelle) che però, se poi si rivelano sorprese positive, preferisco alle simpatie incondizionate. Da questo si deduce, o meglio ne auto-deduco io, che cerco di dare il massimo e di non deludere la mia controparte. Il punto è che quando non ottengo lo stesso trattamento vado su tutte le furie!

Non si tratta di un’esigenza materiale. Non mi interessano le telefonate, gli squilli, i messaggi o i regali di per sè. Mi interessa che, se ci sentiamo poco, impieghiamo bene quel tempo.

Ci sono persone che vedo solo su messenger, per questioni di distanza o di impegno. Eppure le sento vicine. Ci sono persone che, sebbene non senta da mesi, sono sicura che mi accoglierebbero a braccia aperte se ne avessi bisogno. Ci sono addirittura persone che, in un momento di vera difficoltà, farebbero un sacco di chilometri per raggiungermi.

E questo pensiero tiene in vita la mia fede nella potenza dell’amicizia, che mi figuro come un’esile fiammella sempre pronta a spegnersi e a lasciarmi al buio.

Triste? Non direi. Sono i rompicapi, le cose difficili che tengono in allenamento!!!

3 Risposte to “crystal needles”

  1. Titta Says:

    Sei affascinante e interessantissima quando parli di amicizia… Continui, please?
    p.s. se siamo quello che mangiamo… ehm… comincio a preoccuparmi per me stessa…

    FROM RIGELBLUE:
    guarda che lo sto leggendo o.t.o.n.!!! … ma noi, quando ci vediamo?
    a febbraio sarò spesso a napoli, te la butto lì… se ci sei, sempre più che volentieri!!!

  2. aury Says:

    hei cara complimentoni!!! giuro che sono in cerca del tuo libro da quandoè uscito ma xchè è così difficile trovarlo??????
    vabbè facciamo che quando passi x pesaro me ne porti una copia ok? o almeno portami il pc che me lo leggo da lì!!!
    te espero chica! besos

    FROM RIGELBLUE:
    … fortuna che non ho il tempo di pensarci troppo … ma quando ci penso, so che mi mancate davvero tanto!
    non so se riesco a portarmelo dietro perchè non passo da casa e qui a Roma non ho neanche una copia … però prima o poi lo avrai.

  3. mari Says:

    beh chiara il blog sta assumendo una forma che mi piace molto, mantiene il suo stile e forse questo è il segreto:avere consapevolezza di sè anche se forse non ci si rende conto di farlo e andare avanti con determinazione, entusiasmo, esaltazione…probabilmente è questa positività che attira altra positività…un bacio

    FROM RIGELBLUE:
    non sai l’emozione al mattino, quando controllo se ci sono commenti… sono sempre così emozionata. CHE – BELLO!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: