seas of shit against mountains of sheets

Forse mi sbaglio, ma quando sei piccolo sembra che le persone siano più disponibili a credere in te.
Io mi ricordo che alle medie tutti i miei professori mi incitavano a scrivere, perchè era giusto seguire i propri talenti, le proprie predisposizioni.

children.jpg

Oggi è come se stessi facendo un torto a qualcuno. Agli editori non interessi, in linea di massima perchè sono troppo impegnati con autori già famosi (ma allora perchè le case editrici “grandi” non la smettono di inglobare le piccole e lasciano spazio per tutti, in modo che il traffico scorra? – per la serie delle domande senza risposta), un pò perchè come dice Vilém Flusser oggi noi affondiamo in un mare crescente di carta stampata, sempre meno cara e sempre più spregevole“.

vilem-flusser.jpg

Certo, me la sono cercata e voluta. Ho inviato il mio libro per anni a tantissimi editori ricevendo svariati commenti, alcuni molto incoraggianti.
Chi mi chiedeva 5 mila euro, chi meno ma non mi garantiva la stampa su carta.
Alla fine siamo arrivati al compromesso, abbiamo trovato una piccola casa editrice ed eccoci qui.
Con un libro piccolino che costa una fortuna (14 euro) perchè la politica della casa editrice è questa, con un libro che non viene venduto nelle librerie ma ordinato su specifica richiesta.

Ci ho messo mesi realizzare tutto ciò, prima ero solo contenta.

Adesso bisogna rivoluzionare tutto, cambiare.
Lo dicevo nel post precedente.
Ci vuole coraggio, ma soprattutto un pò di scorza perchè chissà quanti rideranno di me e dei miei progetti, chissà quanti mi consiglieranno di lasciar perdere.

Prendo spunto da Carla che, dopo avermi letta, mi ringrazia per il “salta cinque caselle” che le ho fornito portandola subito all’azione. Non vorrei profondermi in un botta e risposta di ringraziamenti, ma questo glielo devo perchè, quando si hanno degli alleati in prese di posizione così radicali, la strada sembra meno impervia. Oppure resta impervia, ma con l’ausilio di una borraccia (leggi: bottiglietta per cicchetti) che alleggerisce il carico!

2 Risposte to “seas of shit against mountains of sheets”

  1. i'm king wizard « come pane e burro Says:

    […] non è mia, è di Flusser. Sì, ormai mi sono completamente lasciata pervadere dal suo testo ma, stando alla mia libera […]

  2. riflessioni nomadiche « come pane e burro Says:

    […] io sulla ri-nomadizzazione della razza umana. Intanto continuo a gongolarmi per la scoperta di Vilém Flusser e del suo libro, La Cultura dei Media, che ho scoperto grazie ad un esame che neanche sapevo di […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: