the smooth, the rough and the marvellous

Mi stavo documentando per dare una parvenza tecnica a questo discorso, ma ho pensato che sarebbe stato davvero artificiale.
Preferisco scrivere quello che viene, rischiando di lasciare grosse lacune, ma d’altra parte perchè nasconderle?

Un consiglio per chi ama leggere (non solo narrativa): Vilém Flusser.
Era un pensatore, veramente. Senza troppe pippe mentali, quanto basta per interessarti e farti dire che figata!.

Il volume che sto studiando per l’esame si chiama La cultura dei media e tratta appunto dell’avvento dell’era TE: tecnologica, tecnoimmaginativa, telematica…
Il nocciolo della questione è lettere VS numeri, non sto qui a dilungarmi sul tema, anche se mi ha profondamente indotta a riflettere.

Fantastico, non trovate? Proprio la funzione che dovrebbe svolgere un testo!

Nel frattempo, bighellonando in rete, ho cercato Mandelbrot, solo perchè veniva citato nel testo.
E guarda guarda cosa ho ritrovato, i frattali!

Premetto: non so esattamente cosa siano, anzi neanche lontanamente.
Un giorno, forse qualche anno fa, ho lanciato explorer e la pagina di google mi è apparsa diversa. Si celebrava il Julia Fractal e già all’epoca mi aveva incuriosita.

Insomma, riporto pari pari da wikipedia: un frattale è un oggetto geometrico che si ripete nella sua struttura allo stesso modo su scale diverse, ovvero che non cambia aspetto anche se visto con una lente d’ingrandimento.

madelbrot_fractal.jpg

E questo frattale fa parte dell’insieme di Mandelbrot, seguite il link se vi interessa la serie completa.

E chi l’avrebbe mai detto che ad un certo punto la matematica mi avrebbe affascinata così tanto?

2 Risposte to “the smooth, the rough and the marvellous”

  1. Carlita Says:

    A parte un mio amico pensatore fissato con la teoria secondo cui tutto l’universo è un enorme frattale (noi conteniamo noi stessi all’infinito, e l’infinito di cui facciamo parte è identico a noi stessi…aiuto…) Tutto ciò mi ricorda quando il mio fratellone ingegnere mi sedava, da bambina, mettendomi davanti a un programma per l’elaborazione di frattali al pc.
    Poi mi sono iscritta a filosofia… Che trauma questo frattale!

  2. rigelblue Says:

    Si ma tu sei l’esempio vivente che non tutti i filosofi sono vecchi pelati con il barbone bianco!!!

    dimmi se ti piace miss vixen, me la voglio stampare su una maglietta … mi sono fottuta il cervello, lo sapevo è colpa della televisione, aiuto!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: