perhaps, perhaps, perhaps

Ce l’ho fatta! Passato l’esame, a più che pieni voti e quindi per oggi relax (anche se sono in arrivo gli ultimi tre tutti nello stesso giorno).

Intanto volevo spezzare una lancia a favore di un controllore trenitalia.
Sì, sì non avete capito male. Proprio io che, in genere, sono agguerrita contro tutto il personale delle FS, oggi devo ricredermi almeno un pochino.
Bè, ricredermi non è la parola esatta perchè un caso è veramente poco per fare da contrappeso a tutti gli altri.

Comunque, un controllore sulla linea Torino-Bari ha evitato una multa di otto euro per mancata prenotazione ad un ragazzo.
In tutta risposta questo, di cui non ho capito le origini ma solo che parlava arabo, non ha neppure ringraziato, come se gli fosse dovuto.
Se solo penso a quante multe ho visto fare, persino a persone che imploravano assicurando di non aver infranto nessuna regola avendo acquistato il biglietto – sbagliato – in biglietteria (e io ci credo che vendano biglietti senza prenotazione anche dove è obbligatoria, anche perchè se no non si spiega la presenza di posti senza prenotazione sul treno).

foto prelevata dal sito ufficiale di trenitalia

controllore1.jpg

Comunque, subito dopo altri due ragazzi, sempre stranieri si sono presentati con – addirittura – i ticket chilometrici e il controllore a quel punto ha dovuto infliggere la multa (e ben gli sta visto che ridevano come due idioti).

Non è che magari la voce ha iniziato a girare per tutto il mondo? In Italia potete anche non pagare il biglietto, intanto se supplicate probabilmente vi lasciano perdere.
Ma perchè a me non capita mai?
Non so quante volte ho discusso con i controllori per qualche sciocchezza e ancor più volte ho assistito a vere e proprie azzuffate, molte delle quali terminate con l’arrivo della polfer.

Sulla tratta Pesaro-Roma invece, una ragazza di trenitalia mi ha fatto notare che anche l’eurostar con prenotazione va obliterato se questa è multipla. Nel mio caso, un biglietto Pesaro-Roma e uno Roma-Napoli, entrambe ES, entrambe non obliterati.

Però è stata buona, niente contravvenzione (e vorrei vedere! io neanche lo sapevo… la legge non ammetterà ignoranza, ma questa – sono sicura – me la accorderete tutti).

Sono finalmente riuscita a parlare un pò di Alice nel Paese delle Meraviglie che adoro, da sempre.
E nel frattempo mi è tornato in mente Ballroom con la sua colonna sonora nostalgica (confesso, sono della generazione Dirty Dancing!).

5 Risposte to “perhaps, perhaps, perhaps”

  1. Carlita Says:

    Hihihi… Riguardo il viaggio in treno direi che ti sei rifatta col ritorno, no?

    Oh, quella canzone… Hai visto “El punto sobre la i”? Guardatelo (anche se in spgnolo), inizia proprio con questa canzone ed è molto molto molto carino… Ok, lo ammetto: l’ho visto almeno cinquanta volte quando ero in Spagna!!!

  2. rigelblue Says:

    me lo scarico subito subito! così poi lo posso anche recensire, grande Ca, ottimo consiglio! mua

  3. Carlita Says:

    Vogliamo parlare di Amores-perros? Su quello si che ne hai da recensire! Solito filone un po’ fatalista e un po’ impressionato da Milgram e dalle sue imprevedibili connessioni…tipo Crash.
    E te lo passo io, gratis…
    Cotto a legna, made in Nasa!!!

  4. rigelblue Says:

    bè, come faccio a non accettare? preparamelo per favore!🙂

  5. ancora su trenitalia « come pane e burro Says:

    […] su trenitalia Questo post segue le antecedenti testimonianze: + e […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: