facce di bronzo

Siamo tornati dopo un viaggio distruttivo più a livello mentale che fisico (vi risparmio i commenti sui controllori). Qui nevica e sembra che il clima natalizio non se ne voglia andare; il che non mi dispiace affatto visto che devo ingranare di nuovo con lo studio. Per la prima volta ho sentito la necessità di fare un reset ed eliminare tutte le tristezze del passato; in fin dei conti questo è il mio anno “fortunato”. Questi dieci giorni di vacanza ci hanno effettivamente rigenerati, tanto che ieri ci siamo fiondati a comprare uno scaffale per la cucina che desideravamo da settembre! La nostra casa ora sembra ancora più bella e confortevole.
Uno dei ricordi più belli di queste vacanze è sicuramente la gita a Reggio Calabria di cui vi avevo accennato nel post precedente.

statua_rc.jpg

Questa è una delle statue del lungomare di Reggio (o Riggiu, com’è meglio conosciuta in zona). La nostra amica Katia, autoctona, ci ha raccontato che inizialmente si trattava di un’installazione ma al sindaco sono piaciute così tanto da acquistarle e farne parte integrante della città. La mia macchina fotografica ci ha abbandonati sul più bello, impedendoci di immortalare le altre due opere. Mi piacerebbe conoscere il nome dell’artista, qualcuno di voi mi può aiutare? (l’ho chiesto ma l’ho anche dimenticato).
La vera gita è stata la ricerca di un locale per pranzare; Katia ci ha portati da un suo amico che però era chiuso🙂 Mi è rimasta la voglia perchè l’insegna era davvero carina (si chiama Bass8). Non ci siamo fatti mancare la visita al Museo Nazionale della Magna Grecia dove, dopo miriadi di reperti e repertini di vario genere, ho visto per la prima volta i Bronzi di Riace.
Da qualche anno ho smesso di emozionarmi di fronte alla bellezza dell’arte o meglio, il mio cuore non batte più forte come una volta. Me ne sono resa conto a Roma, in particolare all’interno della Cappella Sistina che da piccola mi aveva letteralmente stravolto e lasciato senza parole. E’ perciò stata una vera sorpresa scoprirmi emozionata davanti a quelle due facce di bronzo, alte e imponenti, curate nei minimi particolari (si vedono le vene!) e ricche di storia.

bronzo.jpg

Non è un caso se vi mostro il lato b della statua; infatti tutti mi hanno chiesto se avevo visto che bei culetti sodi hanno i bronzi🙂

11 Risposte to “facce di bronzo”

  1. xeena Says:

    Dov’é che nevica???!! Se a Bolzano non ha mai fioccato….che invidia che bei culetti hai visto🙂

  2. cherrygrrl Says:

    Auguri!
    Bellisima la statua! Dopo queste pause si torna purtroppo alla routine, almeno tu hai la neve!!! Da me più che Natale sembrava primavera inoltrata ed oggi invece fa un freddo cane.
    Baci!

  3. rigelblue Says:

    Nevica a Ovada in provincia di Alessandria, “fiocca” proprio, è già tutto bianco!!!

    Cherry anche io torno allo studio ma la neve lo concilia proprio! un bacio

  4. Janfe Says:

    Bentornata e auguri🙂

  5. rigelblue Says:

    Grazie Janfe, ricambio. un bacio.

  6. Carlita Says:

    Eeeeh….(sospiro)
    Gli uomini così non li fanno più!!
    (a quali abominevoli torture ti hanno sottoposta i controllori questa volta?)

  7. rigelblue Says:

    Ca non mi tentare! Ho deciso che con l’anno nuovo sarò “più buona” il che significa: meno irritevole; meno impulsiva e soprattutto meno mentalmente-vendicativa (sì, perchè io non sono realmente vendicativa, ma nella mia mente immagino davvero DI TUTTO). Capirai quindi che raccontandoti questo tipo di aneddoti finirei per rovinare tutti i miei bei propositi, rischiando di trasformarmi in sanguinaria giustiziera in difesa del passeggero. E invece non dico nulla, tanto che lo voglia o no il treno dovò prenderlo ancora tante volte. Adotterò un atteggiamento stoico e farò finta di dormire quando li vedrò passare🙂

  8. kikka Says:

    Ciao gioia,
    l’artista delle opere esposte e poi acquistate dal Comune di Reggio Calabria è Rabarama..

  9. rigelblue Says:

    Stavo proprio aspettando che passassi tu che me l’avevi già detto – e io l’ho dimenticato🙂 Grazie, ora me lo cerco appena ho un secondo di tempo. Un bacio grande grande, ti aspettiamo!

  10. Francesco Says:

    Ciao, sono uno studente della facoltà d’Architettura Mediterranea di Reggio Calabria, è proprio vero….le statue sul lungomare non sono affatto male, infatti hanno riscosso un tale successo che ormai quasi tutti i ragazzi che passano di qua hanno minimo una foto con almeno una di loro…..l’artista che le ha fatte si chiama Paola Epifani in arte Rabarama….certo è che non è possibile fare paragoni con i Bronzi di Riace, sono sorprendentemente simili a quella che è la vera forma di un corpo umano e se si pensa all’epoca in cui risalgono non si riesce a credere che siano veri!!!

  11. rigelblue Says:

    Ciao Francesco, grazie per essere passato. Eh sì, hai proprio ragione, sono sorprendenti (lato a e lato b🙂 ).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: